MV Agusta Brutale 800

Per festeggiare con voi l’arrivo del nuovo anno, ho pensato di scrivere un articolo un po’ particolare rispetto ai soliti…si tratta di un “oggetto” diverso e molto particolare, che sarà particolarmente apprezzato da chi ama l’adrenalina.
Perciò se voi come me, siete attratti dal fascino delle due ruote, vi presento il nuovo modello MV Agusta Brutale 800.

Il primo modello MV Agusta risale al 1945 e da subito, la due ruote diventò una vera e propria leggenda, grazie a mezzi di riferimento in termini prestazionali e tecnologici. Ad oggi, in cui gli studi scientifici reality a potenza, ergonomia, e tecnologia hanno raggiunto livelli estremi, il marchio è ancora sulla cresta dell’onda, proponendo un nuovo motore, con potenza e coppia paragonabile ad una 1.000cc, con un peso di soli 167 kg, e una velocità massima di 245 km/h.

Brutale 800 1

Si tratta di MV Agusta Brutale 800, una moto unica nel rapporto peso-potenza (92 Kw – 125cv a 11.600giri/min.), in grado di dare prestazioni eccellenti e soddisfare la carica di adrenalina dei motociclisti più esigenti, che amano il brivido. Dotata di tre cilindri, la due ruote italiana che non ha nulla da invidiare alle rivali giapponesi, è simbolo di maneggevolezza, agilità estrema, assoluta facilità di guida.

In questo nuovo modello, non è solo il motore ad essere stato riprogettato, ci sono anche nuove sospensioni e nuovi sistemi elettronici che rappresentano il top di gamma; Brutale 800 è infatti dotata di un sistema di gestione chiamato MVICS (Motor & Vehicle Integrated Control System), che comprende il Full Ride by Wire multimappa, il controllo elettronico del corpo farfallato, che rispetto al tradizionale comando meccanico del gas, consente di lasciare all’elettronica il compito di trovare la soluzione più rapida e migliore in termini di efficienza, per raggiungere le migliori prestazioni di guida, integrato ad un ottimo e innovativo controllo di trazione su otto livelli.

Brutale 800 2

A tutto ciò va aggiunto che l’innovativo sistema multimappa, consente di avere tre modalità pre-impostate e una completamente personalizzabile, in modo da poter “scegliere” l’erogazione più adeguata a specifiche condizioni di utilizzo. Si tratta della gestione elettronica più avanzata della categoria, che Brutale 800 ha conquistato grazie a costanti e approfondite ricerche eseguite da MV Agusta.
Di fatto, il propulsore tre cilindri, che esordì sulla supersportiva F3 675, costituisce il punto di riferimento in fatto di evoluzione tecnologica, grazie a soluzioni tecniche esclusive come l’albero motore controrotante, già utilizzato in MotoGP, ma inedito nella produzione di serie.

Un’altra esclusiva di MV Agusta è il telaio, che porta con se una serie di caratteristiche non da poco, come la maneggevolezza, la trazione e facilità di guida, resi possibili attraverso una cosiddetta “struttura mista” (inconfondibile marchio di fabbrica), oltre che attraverso un’attenzione particolare per la ciclistica. Tecnicamente, ciò che rende la struttura del telaio all’avanguardia, è la sezione anteriore a traliccio in tubi di acciaio, completata da due leggere piastre in lega di alluminio, a cui è vincolato il monobraccio della sospensione posteriore, progettato appositamente per garantire la più efficace trasmissione della potenza all’asfalto.

Brutale 800 5

Insieme alle prestazioni di elettronica e telaio, vanno messe in evidenza anche le possibilità che consentono le sospensioni: dotata di forcella a steli rovesciati da 43 mm di diametro e mono-ammortizzatore, Brutale 800 permette di personalizzare e regolare al meglio anche la risposta idraulica ed elastica della moto, ottenendo un’eccellente dinamica di guida.
Per migliorare ulteriormente questa “nuda due ruote”, le ottime sospensioni sono unite anche a un perfetto impianto frenante di altissima qualità: sull’avantreno spicca la coppia di dischi da 320 mm di diametro, con pinze Brembo a fissaggio radiale e quattro piccoli pistoni dal diametro di 32 mm; anche sul retrotreno, la dotazione della Brutale 800 è al vertice per efficacia, in quanto è dotata di un disco di 220 mm, sempre con pinza Brembo e due pistoni da 34 mm.

Infine, ma non per ordine di importanza, va evidenziato il design; disponibile in tre combinazioni di colore differenti, che sottolineano una ricerca grafica e cromatica ancora più accurata; i colori variano dal bianco ice perlato unito al grigio sabbia metallizzato, al grigio avio opaco combinato al nero metallizzato opaco fino alla più classica colorazione rosso/argento.
Il design è stato studiato nei minimi dettagli per offrire le prestazioni migliori, unendo estetica, funzionalità, ergonomia e affidabilità, in un concentrato di adrenalina senza precedenti.
A dominare l’intera struttura è la meccanica, che conferisce alla moto un aspetto molto compatto ed esteticamente stupefacente, perché il motore tre cilindri è quasi del tutto esposto alla vista, abbracciato nella parte superiore dal telaio e sotto dai collettori di scarico. Anche il serbatoio è stato appositamente modellato per migliorare le prestazioni del pilota, per garantire la massima capienza e allo stesso tempo avere un volume il più ridotto possibile, mentre la parte posteriore, il cosiddetto “codino” è stato ridisegnato mediante linee essenziali che gli conferiscono un aspetto sportivo seppur molto elegante.

Brutale 800 4

Come se non bastasse, anche i gruppi ottici caratterizzano l’intero design, mediante la combinazione di elementi originali e stilemi caratteristici della gamma Brutale.

Brutale 800 è un concentrato di potenza e prestazioni senza eguali, una nuda che offre le accelerazioni di una super sportiva, che regala al guidatore emozioni uniche che solo chi cavalca una due ruote può conoscere.

Per maggiori informazioni
www.mvagusta.it

Brutale 800 3

 

Loading Facebook Comments ...